Gioacchino Rossini

Opere Liriche
Cantate
Inni e cori
Home       Sitemap Contatti

Gioacchino Rossini

Gioacchino Rossini - Grande Compositore di Opere Liriche
Gioachino Rossini, all'anagrafe Giovacchino Antonio Rossini naque a Pesaro il 29 febbraio 1792 e si spense alla veneranda etè di 76 a Parigi il 13 novembre 1868.
La sua attività di grande compositore gli ha dato modo di spaziare attraverso vari generi musicali, ma viene ricordato particolarmente come uno tra i più grandi compositori di opere liriche per il teatro.
Gioacchino Rossini - Bibliografia
La prima parte della sua vita Gioachino Rossini, fu come uno dei suoi celeberrimi, travolgenti crescendo; succesivamente iniziò una sua seconda esistenza in cui abbandonò precocemente il teatro travolto dalla depressione, infatti si ritirò nella pace della campagna parigina nei pressi di Passy, dove forse non trovò mai la forza per scrive molte pagine ti tanta buona musica.

Gioachino Rossini natoque presspoco tre mesi dopo la scomparsa di Wolfgang Amadeus Mozart; fu quasi immediatamente soprannominato il Cigno di Pesaroin quanto impresse al melodramma teatrale uno stile tutto suo, destinato da lì a diventare la caratteristica che lo cotrastingurà fino ai giorni nostri. Gioachino Rossini musicò molte opere liriche senza limititarsi nel sceglierne il genere, dalle farse alle commedie, dalle tragedie alle opere serie e semiserie.

Di semplici origini: il padre Giuseppe soprannominato anche Vivazza morì nel 1839 suonava per professione nella banda cittadina e in parecchie orchestre locali che appoggiavano le truppe francesi d'occupazione. La madre di Gioachino Rossini, tale Anna Guidarini, originaria della vicina Urbino, svolgeva l'attività di cantante e a detta di qualcuno risultava molto predisposta al canto.
A causa delle idee politiche per padre, fervido sostenitore della Rivoluzione francese, Gioachino Rossini assieme alla famiglia fu costretto a trasferisi molto frequentemente da un luogo all'altro dell'attuale Emilia-Romagna.

A causa di queste ragioni, il giovane Gioachino Rossini trascorre gli anni della propria giovinezza alcuni periodi dalla nonna oppure in viaggio tra Ravenna, Ferrara e Bologna dove il padre Giuseppe si era rifugiato cin l'intento di sfuggire alla cattura a seguito del ricostituzione del governo pontificio.
urante quel periodo che a Bologna, dopo essere venuto a conoscenza delle prime nozioni di musica, si dedicò più asiduamente e diligentemente allo studio del canto. Inizio a cantare come contralto all'Accademia filarmonica e presso Giuseppe Prinetti, che risultò il suo primo vero maestro.

Gioachino Rossini, alle soglie del nuovo secolo armai quando aveva raggiunto l'età dei quattordici, si iscrisse al Liceo musicale bolognese, studiando in manuera molto più intensa la composizione e da li appassionandosi alle pagine di Haydn e di Mozart. Fu infatti in questo periodo che riuscì a guadagnarsi l'appellativo di tedeschino, per la sua spiccata predilezione nei confronti delle opere di Cimarosa.
Scrisse la sua prima opera battezzata Demetrio e Polibio che su rappresentata la prima volta solo nel 1812.

Nel 1822 conobbe l'amore nella persona di Isabella Colbran la quale svolgeva l'attività di cantante lirica. Queesto amore però durò molto poco, infatti solo 5 anni più tardi se ne separerò. Era il 1830.
Gioacchino Rossini - Composizioni
Il grande compose molte opere di generi diversi tra loro: scrise molte:

- Opere liriche tra le più famore ricordiamo l'Otello, il Guillaume Tell;
- Musiche di scena;

- Le Cantate;

- Inni e cori;

- Musica sacra;

- Musica vocale;

- Musica strumentale;

- Péchés de vieillesse.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI

rossini.it - Copyright 2008